Richiedere l'occupazione di suolo pubblico

Servizio attivo

L’occupazione di strade, di spazi ed aree pubbliche sul territorio comunale è consentita solo previo rilascio di un provvedimento espresso di concessione, a seguito della presentazione di apposita istanza.

A chi è rivolto

A chiunque abbia la necessità o intenda occupare, in modo permanente o temporaneo, spazi ed aree pubbliche sul territorio comunale.

Descrizione

L’occupazione di strade, di spazi ed aree pubbliche è consentita solo previo rilascio di un provvedimento espresso di concessione. Chiunque intenda occupare nel territorio comunale spazi ed aree pubbliche deve presentare apposita istanza secondo la modulistica e le indicazioni definite dagli uffici competenti, in ragione della tipologia di occupazione.

Le occupazioni di spazi ed aree pubbliche possono essere di due tipi:

  • sono permanenti le occupazioni di carattere stabile, inteso come sottrazione per l’intero periodo, 24 ore su 24 ore, del suolo pubblico all’uso della collettività, effettuate a seguito del rilascio di un atto di concessione, aventi, comunque, durata non inferiore all'anno, che comportino o meno l'esistenza di manufatti o impianti;
  • sono temporanee le occupazioni di durata inferiore all'anno e possono essere giornaliere, settimanali, mensili e se ricorrenti periodicamente con le stesse caratteristiche, possono essere rilasciate per più annualità.

Nell’ambito delle occupazioni temporanee, si definiscono occupazioni occasionali:

  • le occupazioni di non più di 10 (dieci) mq effettuate per manifestazioni ed iniziative politiche, sindacali, religiose, culturali, ricreative, assistenziali, celebrative e sportive, non comportanti attività di vendita o di somministrazione e di durata non superiore a 24 ore;
  • le occupazioni sovrastanti il suolo pubblico con festoni, addobbi, luminarie in occasione di festività e ricorrenze civili e religiose;
  • le occupazioni di durata non superiore a 6 ore con ponti, steccati, pali di sostegno o altre attrezzature mobili per piccoli lavori di riparazione, manutenzione o sostituzione riguardanti infissi, pareti, coperture;
  • le occupazioni per operazioni di manutenzione del verde con mezzi meccanici o automezzi operativi, di durata non superiore alle 4 ore;
  • l’esercizio di mestieri girovaghi ed artistici (suonatori, funamboli, ecc.) non comportanti attività di vendita o di somministrazione e di durata non superiore a 4 ore.

Le occupazioni permanenti e temporanee (non occasionali) sono assoggettate al Canone Unico Patrimoniale istituito, a decorrere dal 1° gennaio 2021, ai sensi dell’art. 1, comma 816, della Legge 27 dicembre 2019, n. 160.

Le concessioni per l'occupazione di suolo pubblico sono rilasciate a titolo precario ed è pertanto fatta salva la possibilità per l’Amministrazione Comunale di modificarle o revocarle per sopravvenute variazioni ambientali, commerciali e di traffico, nonché per altri motivi di pubblico interesse.

Come fare

Chi intende occupare spazi ed aree pubbliche deve presentare al Comune istanza di concessione, utilizzando l’apposita modulistica, da inoltrare:

Al termine dell’istruttoria della pratica con esito favorevole, il richiedente, per ottenere il rilascio della concessione, deve provvedere al pagamento del canone dovuto, per l’importo comunicato dall’Ufficio.

Per le occupazioni occasionali è prevista una procedura semplificata, secondo la quale la relativa concessione si intende accordata a seguito di comunicazione scritta da presentare al Comune con le modalità sopra riportate, almeno tre giorni prima dell’occupazione, che potrà vietarle o assoggettarle a particolari prescrizioni. Le occupazioni occasionali non sono assoggettate al Canone Unico Patrimoniale.

Cosa serve

Per le occupazioni non occasionali, la domanda deve essere corredata di una planimetria dell'area interessata e di ogni altra documentazione ritenuta necessaria dal competente ufficio (disegno illustrante l’eventuale progetto da realizzare; particolari esecutivi e sezioni dei manufatti; fotografie dell’area richiesta, atte ad individuare il contesto ambientale circostante; elementi di identificazione di eventuali autorizzazioni di cui sia già in possesso, qualora l'occupazione sia richiesta per l'esercizio di attività soggetta ad autorizzazione).

È necessaria inoltre la costituzione di un deposito cauzionale o di una fideiussione bancaria o di una polizza assicurativa fideiussoria con clausola di pagamento a prima richiesta, nei seguenti casi:

  • qualora l'occupazione comporti la manomissione dell'area occupata, con conseguente obbligo di ripristino dell'area stessa nelle condizioni originarie;
  • qualora dall’occupazione possano derivare danni di qualsiasi natura al bene pubblico;
  • qualora particolari motivi e circostanze lo rendano necessario in ordine alle modalità o alla durata della concessione.

L’importo della garanzia da costituire è comunicato all’interessato dall’Ufficio competente prima del rilascio della concessione o autorizzazione.

Per perfezionare la concessione o l’autorizzazione, il richiedente è tenuto al versamento, presso la Tesoreria comunale, del relativo canone, nell’importo che gli verrà comunicato dall’Ufficio competente e determinato secondo le tariffe vigenti approvate dal Comune.

Cosa si ottiene

Il provvedimento di concessione che dà titolo all’occupazione di spazi o aree pubbliche.

Tempi e scadenze

Occupazioni permanenti e temporanee (non occasionali)
Per le occupazioni permanenti e temporanee (non occasionali), la presentazione delle istanze deve avvenire con almeno 30 giorni di anticipo.
Il versamento del canone deve avvenire entro le scadenze indicate nell’avviso di pagamento rilasciato dall’Ufficio.

Occupazioni occasionali
Per le occupazioni occasionali, la presentazione della comunicazione scritta deve avvenire con almeno 3 giorni di anticipo.

Costi

Le tariffe vigenti del Canone Unico Patrimoniale sono state approvate con deliberazione della Giunta Comunale n. 36 del 17 maggio 2023.

Accedi al servizio

Puoi accedere a questo servizio contattando o recandoti presso l'ufficio competente.

Ulteriori informazioni

Normativa di riferimento:

  • Legge 27 dicembre 2019, n. 160 (art. 1, commi da 816 a 836)

Per informazioni è possibile contattare:

  • l’Ufficio Tributi, per le pratiche inerenti all’occupazione di aree pubbliche a servizio di attività economiche o commerciali (plateatici)
  • l’Ufficio Lavori Pubblici e Tecnico Manutentivo, per le pratiche inerenti all’occupazione di aree pubbliche da utilizzare per l’allestimento di cantieri edili e per l’installazione di sottoservizi
  • l’Ufficio Polizia Locale, per le pratiche inerenti alle occupazioni occasionali

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Documenti

Contatti

Ufficio Tributi

Via Roma 47, 25084, Gargnano, Brescia

Telefono: 0365 7988309
Email: tributi@comune.gargnano.bs.it
PEC: protocollo@pec.comune.gargnano.bs.it
Municipio di Gargnano

Pagina aggiornata il 19/07/2024